La prima volta

Esaurito

Anno: 2018

Dimensione: 80×80 cm

Ingredienti: carta di riso, petali di rosa, sale al vino rosso, farina di mais viola

I colori dell’opera

Licia-Fusai_categoria-Marrone

Contattami per maggiori informazioni
Categorie: ,

Descrizione

Perchè la prima volta? Perchè c’è sempre una prima volta in tutto, perchè c’è un’ aspettativa che può essere delusa o superata. Perché nulla è imprevedibile se non la certezza di emozionarsi. La prima volta è sempre una sorpresa, un’emozione, e perché non è mai troppo tardi per una prima volta.

Farina di mais viola, Il mais morado è quello che viene comunemente chiamato Mais Viola ( detto anche blu o nero), ed è la varietà viola del Zea Mays, originario del Perù. Chiamato Kculli dai locali, è un alimento che viene consumato da decine di secoli, e con cui veniva ( e viene ancora) preparata una tipica bevanda chiamata Chicha morada.

Il colore viola di questo cereale è stato spesso sfruttato dalle antiche popolazioni per dare particolari tinte a cibi e bevande, una modalità che  l’industria di oggi sta, a sua volta, sfruttando. I polifenoli e le antocianine, di cui il mais viola è ricco, prevengono l’invecchiamento e la degenerazione cellulare.

Carta di riso viene tradizionalmente prodotta utilizzando le fibre vegetali di bambù, canapa, riso e frumento che conferiscono alla carta differenti caratteristiche. Dal 2014 è inserita tra i Patrimoni orali e immateriali dell’umanità dell’UNESCO.

Petali di rosa, La rosa è da sempre considerata il simbolo dell’amore, ma in virtù dei vari colori si adatta anche ad altri argomenti. Secondo una credenza popolare diffusa  nel medioevo era il fiore prediletto dalle fate. La rosa sa concentrare significati anche in netto contrasto tra di loro, come odio ed amore. Possiamo dire che la rosa, forse anche per la sua struttura a forma rotonda (in Occidente il cerchio era considerato sin dai tempi più antichi la forma della perfezione) è stato sempre reputato simbolo di completezza: rappresenta la felicità.  

Torna in cima