L’attesa

Esaurito

Anno: 2016

Dimensione: 80×80 cm

Ingredienti: semi di girasole, fiori di ibisco caramellati, pepe rosso, sale rosa dell’Himalaya, semi di papavero, sale nero

I colori dell’opera

Licia-Fusai_categoria-Azzurro

Contattami per maggiori informazioni
Categorie: ,

Descrizione

L’attesa è forse il momento che emoziona di più, più potente dello stesso raggiungimento di un progetto, di un sogno a lungo accarezzato, perché è nell’attesa di ogni evento piacevole che si annidano l’entusiasmo, la curiosità e l’eccitazione, ed è proprio nell’attesa che si trova tutta la magia. Forse non cerchiamo mai le cose, ma la ricerca delle cose, nell’ attesa del futuro. Ed è proprio l’atto di aspettare che crea quella vibrazione magica.

Fiori di Hibiscus caramellato la perfezione per il gusto si ottiene abbinandolo allo champagne.

I fiori per effetto delle bollicine si schiudono aggiungendo alla prelibatezza dello champagne una sublime immagine visiva. I fiori vantano una molteplice varietà di abbinamenti sia nei cocktail che in cucina.

Semi di papavero di papaveri ne esistono diverse varietà, dai colori e proprietà differenti.

Il papavero rosso cresce spontaneamente nei campi di grano, il suo colore è rosso acceso e di solito non se ne ricava nulla. Poi esiste il Papaver somniferum, con i petali bianchi dalle striature rosa, conosciuto per l’estrazione dell’oppio. Per quanto riguarda l’uso alimentare si utilizzano il Papaver nigrum e il Papavero da seta: dal baccello si ricavano i semi ricchi di sostanze benefiche per il nostro organismo, perché contengono altissimi livelli di calcio per mantenere in salute ossa e denti, abbassano il colesterolo e combattono ansia e stress favorendo un sonno tranquillo. 

Sale nero conosciuto anche come sale delle Hawaii o black lava salt è un sale marino addizionato con carbone attivo. Il carbone attivo è una sostanza naturale impiegata nell’industria alimentare come colorante: la stessa sostanza che viene utilizzata per sgonfiare la pancia e migliorare l’equilibrio gastrointestinale. Il carbone attivo ha infatti un elevato potere assorbente.

Sale rosa dell’Himalaya Il sale dell’Himalaya è conosciuto anche come “oro bianco”. Si tratterebbe infatti di una risorsa preziosa. È ricchissimo di sali minerali, che invece sono del tutto assenti nel sale da cucina; ne contiene più di 80, tra i quali troviamo soprattutto il ferro. Il caratteristico colore rosa sarebbe dovuto sia all’elevata presenza appunto del ferro, sia al fatto che questa speciale varietà di sale non viene sottoposta ad alcun trattamento. È considerato per questo il più pregiato e il più completo e puro dei Sali, frutto del prosciugamento dell’oceano che ha dato vita alla catena  montuosa dell’Himalaya, quindi è un sale fossile, del tutto puro in quanto proviene da un’era in cui gli oceani non erano inquinati.

Torna in cima